ChateXpert
I nostri servizi di Community: videochat, forum, registrazione, ricerca prfili con foto.

chat
videochat
ingresso Community
ricerca profili
il mio profilo
registrati
forum
fotoguestbook
regolamento
siti amici

Servizi gratuiti per Webmasters

crea la tua chat
Login Webmaster
free forum
free guestbook
free newsletter
help-faq

Servizi professionali per le aziende.

LiveHelp chat
premium chat
Community engine
referenze
chi siamo
dicono di noi
assistenza online


34.396 ragazze in chat
51.595 ragazzi in chat
80.651 webmasters
45.315 chat rooms



Segui Chatexpert su Facebook!

Home » Forum » I vostri INCONTRI ??? » TUTTO CINEMA ( suggerimenti ,locandine, colonne sonore ,etc..


 
I vostri INCONTRI ???
aurora
Inviato il 15/01/2009 20.19.03
 

REGIA: Frank Darabont
SOGGETTO: Stephen King
CAST: Tom Hanks,David Morse,Bonnie Hunt,Michael Clarke Duncan,Michael Jeter,James Cromwell,Sam Rockwell,Barry Pepper,Graham Greene,Doug Hutchinson,Jeffrey DeMunn, Patricia Clarkson, Harry Dean Stanton,Dabbs Greer,Eve Brent

Da un romanzo di Stephen King "il miglio verde" è, in slang, il percorso dei condannati a morte. A percorrerlo dovrà essere un gigantesco nero accusato dell'assassinio di due bambine (ma è innocente). L'uomo ha poteri quasi divini. uarisce malati gravissimi e, in un caso, riporta alla vita un morto. La storia vive nella memoria del capo dei secondini(Hanks), che era stato a sua volta "miracolato" dal condannato.

Silvi
Inviato il 16/01/2009 21.38.50
 



Trama e Recensione : Il Vestito da sposa
Film drammatico interpretato dalla bravissima Maya Sansa. La storia si ispira ad un fatto di cronaca realmente accaduto: una giovane donna viene stuprata subito dopo essere
uscita dall’atelier dove era commissionato il suo vestito da sposa.
La violenza distrugge completamente la vita della protagonista, la quale abbandona gli studi universitari e interrompe la relazione con il futuro sposo.
Inizia una nuova vita lavorando in una pasticceria e vivendo una storia d’amore con un altro uomo, precisamente il proprietario dell’atelier dove era stato commissionato il suo vestito da sposa.
Scopre però che l’uomo che adesso lei ama è uno degli autori della violenza subita. Il film è diretto dalla regista Fiorella Infascelli, figlia del produttore Carlo Infacelli.

Mon.diBav.
Inviato il 19/01/2009 12.15.39
  FAST & FURIOUS 2009

mi permetto di segnalarvi questo film (quando uscirà ovvio neh). La trama così come tutto quello che troverete sotto è stato preso da elaborare n°135. Quindi se qualcosa è scritto sbagliato prendetevela con la redazione di elaborare e non con me XD

titolo : Fast & Furious

Regia : Justin Lin

Cast: Dominic Toretto, Paul Walker. Brian O'Conner, Michelle Rodriguez, Letty Marciano, Jordana Brewster, Mia Toretto, Laz Alonso, Fenix Rise.

Nelle sale per l'estate 2009!

Diciamola tutta : dopo il primo "The fast and the furious", la saga del tuning su pellicola stava perdendo sempre più colpi. L'ultimo dei tre finora prodotti, a detta di fan e critica, è stato il peggiore, per le troppe scene interamente realizzate al computer che sostituivano le spettacolari performance di folli stuntman e piloti. In seguito, l'uscita di scena di Vin Diesel e di Paul Walker aveva tolto ai meno fortunati sequel la magia del capostipite. A differenza del primo, che sembreva scritto e diretto da qualcuno che conosceva molto bene il mondo delle gare clandestine americane e che nutriva una grande passione per il mondo dei motori, gli altri hanno dato l'impressione che si stesse cercando di utilizzare un fenomeno per "fare cassetta". Ora è ufficiale : il quarto capitolo della saga, cha molto probabilmente sarà intitolato "Fast & furious", è in fase di produzione e probabilmente sbarcherà in italia tra la fine di giugno e luglio 2009. La pellicola vedrà il ritorno alla regia di Justin Lin, che ha diretto il primo magico capitolo, mentre la sceneggiatura sarà affidata a Chris Morgan... e di certo non ci addormenteremo sulle poltrone! L'unica cosa che è dato sapere sulla trama è che Brian O' Conner, uscito di prigione, viene incaricato di incastrare uno spacciatore di droga che, caso strano, è un appassionato di motori. Per raggiungere il suo scopo Brian chiederà l'aiuto di Dominic Toretto. Il tutto scandito da scene cool, eseguite da autentici stuntman senza l'aiuto di computer e post produzione : quello che serviva e che il pubblico chiedeva da tempo.

Silvi
Inviato il 23/01/2009 16.03.33
 



con:Enzo Cannavale,Philippe Noiret,Jacques Perrin,Agnese Nano,Brigitte Fossey,Salvatore Cascio

Trama
Da quando ha lasciato Giancaldo, il paesino della Sicilia di cui è originario, Salvatore Di Vita non vi ha mai più voluto rimettere piede; da ormai trent'anni vive a Roma, dove nel frattempo è diventato un affermato regista cinematografico.
Una sera al suo rientro a casa apprende dalla sua compagna la notizia della morte di un certo Alfredo, e per una notte intera la sua mente vaga tra i ricordi della sua infanzia...

Alla fine degli anni Quaranta, Totò (così viene soprannominato Salvatore) è un bambino povero che vive con la sorella e la madre in attesa che il padre ritorni dalla Russia. Svolge la mansione di chierichetto per Don Adelfio, parroco del paese e gestore della sala cinematografica parrocchiale, il cinema Paradiso, per la quale si occupa di censurare tutte le scene di baci amorosi tra i protagonisti (da lui considerate erotiche) all'interno delle pellicole.

Salvatore, affascinato dal cinematografo, tenta invano di assistere di nascosto alle proiezioni private per il prete e di rubare qualche spezzone tagliato dal proiezionista Alfredo. Questi è un uomo illetterato, ma di buon cuore, e Totò lo inizia a frequentare assiduamente, nonostante l'opinione contraria di sua madre e l'atteggiamento un po' scontroso dell'uomo.

In occasione dell'esame di licenza elementare a cui partecipa anche Alfredo, il bambino riesce finalmente a stringere un accordo con lui: in cambio dei risultati della prova, il proiezionista gli insegnerà tutti i trucchi del mestiere. Una sera però il pubblico reclama a gran voce il secondo spettacolo di I pompieri di Viggiù e, poiché la sala è stata chiusa, Alfredo e Totò decidono di accontentarli proiettando il film sul muro esterno di una casa. Una distrazione dell'uomo è la causa di un incendio che improvvisamente si propaga all'interno della cabina di proiezione; Totò riesce a salvare l'amico, ma questi perde la vista.

Grazie all'intervento di Spaccafico, un paesano, originario di Napoli, diventato milionario al Totocalcio, la sala cinematografica viene ricostruita e prende il nome di Nuovo cinema Paradiso. Inizia così una nuova epoca per questo esercizio al cui interno lavora il bambino, che d'ora in avanti proietterà pellicole non più censurate. Salvatore, diventato adolescente, conosce Elena, una studentessa figlia di agiati borghesi, e se ne innamora, ma la famiglia della ragazza non gradisce la loro relazione e decide di trasferirsi nel continente.

Nel contempo il ragazzo è chiamato a svolgere il servizio militare a Roma e perde completamente le tracce di Elena; tornato in Sicilia si rivede con Alfredo che gli consiglia di abbandonare per sempre la Sicilia e di tornare a Roma. Con quest'ultimo ricordo la mente di Salvatore torna alla realtà: è sì un regista ricco e famoso, ma scontento della sua vita, e i pensieri di una notte lo portano a decidere di partire per la Sicilia.

Il funerale di Alfredo diventa l'occasione per confrontarsi col suo passato e con le persone che avevano popolato la sua infanzia. Anche il Nuovo cinema Paradiso, oramai chiuso ed in disuso da quasi sei anni, ha perso il suo splendore e Salvatore non può che assistere inerte alla sua demolizione, sinonimo di quella crisi che da tempo attraversa il cinema italiano.

Il regista ha anche l'occasione di rivedere Elena, ma solo per l'ultima volta: lei è ormai una donna sposata, con "Boccia", vecchio compagno di scuola di Totò, e non può fare altro che tornare a Roma con una "pizza" contenente una misteriosa pellicola lasciatagli da Alfredo. Questa è in realtà un montaggio dei baci censurati da Don Adelfio e la sua proiezione diventa la migliore rappresentazione dell'immortalità del cinema.


Edizione internazionale [modifica]
Nella nuova edizione internazionale, quella accorciata, viene in sostanza tagliata la parte in cui Salvatore rincontra Elena, ormai sposata e madre di famiglia. Il ricordo della ragazza e la malinconia
.................................................................................................................................................
UN FILM CHE MI HA DATO EMOZIONI INDIMENTICABILI. (ho avuto la fortuna di vederlo in versione integrale) COLONNA SONORA SUBLIME DI ENNIO MORRICONI

Silvi
Inviato il 23/01/2009 19.14.31
  Pardon :))) ENNIO MORRICONE e non Morriconi :))))

devilman!
Inviato il 23/01/2009 21.32.13
 
CITAZIONE (Silvi del 23/01/2009 19.14.31):

Pardon :))) ENNIO MORRICONE e non Morriconi :))))


Bel film, di tornatore aggiungerei anche Il camorrista e la leggenda del pianista sull'oceano!

Angy...
Inviato il 24/01/2009 0.40.45
  Sono tanti i film che mi piacciono ma al momento mi è venuto in mente questo qui.. ok vi avviso ke la trama svela il finale quindi x ki volesse vederlo è meglio non leggerla :-)

Titolo: Beyond Borders
Trama
Sarah Jordan (Angelina Jolie) è una giovane donna americana che ha sposato un inglese e vive a Londra. Mentre partecipa ad una riunione fra persone benestanti, viene colpita dalla personalità del medico Nick Callahan (Clive Owen) che interrompe bruscamente la serata per portare alla luce i problemi che attanagliano l'Africa, e in particolare l'Etiopia, dopo la sospensione dei fondi per gli aiuti umanitari, motivata dal governo Thatcher con ragioni politiche.
Per rendere di maggior effetto la sua richiesta di aiuto, Callahan porta anche un bambino malnutrito proveniente dalle zone in cui lui presta il suo impegno, e con il quale verrà arrestato poco più tardi per aver disturbato la cena. Una persona paga la cauzione chiedendogli in cambio alcuni favori nel commercio illegale nei paesi africani, ma Callahan rifiuta di aiutarlo. Il bambino africano, intanto, durante uno spostamento in prigione, scappa e muore assiderato.
Sarah riflette a lungo sulle problematiche esposte dal dottor Callahan e in fine decide di abbandonare temporaneamente il marito per andare a dare il suo aiuto direttamente sul campo, portando con sé camion pieni di medicinali e cibo. Durante il tragitto verso la base di Nick Callahan, Sarah porta sul suo camion una madre con il ventre squarciato ed un bambino in evidente stato di denutrizione. Una volta arrivata alla base, chiede a Nick di curarli, ma questi riesce a salvare solo il bambino che così può essere anche vaccinato.
Conclusa l'esperienza in Africa, Sarah fa ritorno a Londra, ha un bambino e collabora con l'ONU per gli aiuti umanitari ai profughi.
Un giorno arriva a Londra un amico di Nick che le chiede di poter mettere il nome dell'ONU su dei camion di medicinali affinché questi non vengano depredati durante il tragitto.
Questa richiesta, e l'aver sorpreso il marito a letto con un'amante, convince Sarah a tornare in prima linea ed aiutare Nick direttamente.
Questa volta siamo in Cambogia, e Sarah scopre che per aiutare maggiormente le persone Nick si è dedicato anche al traffico illegale di armi. Sarah che pensava di essersi compromessa già abbastanza autorizzando il trasporto di semplici medicinali da parte dell'ONU, si sente tradita. Ma quando Nick le spiega la situazione, lei lo capisce, lo perdona, e gli rivela per la prima volta i sentimenti che nutre nei suoi confronti e, prima di lasciarlo, fanno l'amore.
Più tardi a Londra, al compleanno della figlia più piccola ripensa a Nick (che è il padre
della bimba) e chiede alla sorella, giornalista, di andare in Cecenia a cercarlo. La sorella riesce a farsi mandare in Cecenia per lavoro e qui scopre che Nick, durante le riprese di un servizio per la BBC, ha subìto un'imboscata e non si sa che fine abbia fatto. Raggiunta anche lei la Cecenia, lo cerca disperatamente e riesce a scoprire che si trova in un posto a qualche chilometro dalla città dove, una volta giunta, lo ritrova per poi scappare insieme. Braccati dai rapitori riescono comunque a portare quasi a termine la fuga quando Nick è colpito dalle fucilate degli inseguitori e Sarah mette il piede su una mina. Sarah, ormai spacciata, si fa saltare in aria e così Nick potrà essere soccorso e salvato.



Ps: Proprio ieri ho visto sette anime concordo con maya... ottimo film!

Paperinik
Inviato il 24/01/2009 12.22.04
  Trovato in fasce il 1° gennaio 1900 a bordo del transatlantico Virginian, T.D. Lemmons detto Novecento (T. Roth) cresce sulla nave, impara a suonare il piano, diventa l'attrazione dell'orchestra di bordo e non ne scende mai. Quando la nave in disuso sta per essere demolita con la dinamite il suo amico Max (P.T. Vince) è convinto che sia ancora a bordo. Raro esempio di colosso intimista, basato sul monologo teatrale Novecento (1994) di Alessandro Baricco. Storia di un'amicizia come Titanic è la storia di un amore interclassista? No. L'amicizia è importante, ma non centrale. Il collante della narrazione è la musica di Ennio Morricone, impegnato al meglio della sua forma. Soltanto una traccia di romance: il breve, memorabile incontro con una ragazza angelicata. Film epico dalle molte bellezze (la sala-macchine; il pianoforte che pattina nella tempesta; la sfida musicale con Jelly Roll Morton, ecc.), così ricco a livello metaforico da prestarsi a più chiavi di lettura, non si sottrae all'accusa di ridondanza ripetitiva, specialmente nell'ultima mezz'ora. Ideale erede di Sergio Leone, G. Tornatore (1956), il più americano dei registi italiani, è un raccontatore di emozioni dal passo di fondista. Critica spaccata in due. 5 Nastri d'argento e 1 Efebo d'oro 1998; 6 premi Donatello 1999, Globo d'oro 1999 per la sceneggiatura. Il regista ha provveduto a scorciarlo di 45' per la distribuzione internazionale in lingua inglese col titolo The Legend of 1900.





Regia
Giuseppe Tornatore
Data e luogo di nascita: domenica 27 maggio 1956, Bagheria,

Cast artistico
Cory Buck interpreta Novecento, da piccolo
Kevin McNally interpreta Il senatore Wilson
Alberto Vazquez interpreta Il fuochista messicano
Angelo Di Loreta interpreta Il cuoco
Vernon Nurse interpreta Il maestro Fritz Hermann
Harry Ditson interpreta Il capitano del Virginian
Gabriele Lavia interpreta Il contadino friulano
Niall O'Brien interpreta Harbor Master
Peter Vaughan interpreta Il negoziante di musica
Clarence Williams III interpreta Jelly Roll Morton
Bill Nunn interpreta David Boodman
Pruitt Taylor Vince interpreta Max
Tim Roth interpreta Danny Boodman T.D. Lemon; Novecento
Nome: Timothy Simon Smith
Data e luogo di nascita: domenica 14 maggio 1961, Londra,
Nicola Di Pinto
Anita Zagaria
Luis Molteni
Adriano Wajskol interpreta Il batterista
Melanie Thierry interpreta La ragazza
John Armstead
Norman Chancer
Sidney Cole interpreta Il musicista
Katy Monique Cuom
Filmmakers
MEDUSA (Produzione)
Alessandro Baricco (Soggetto)
Giuseppe Tornatore (Sceneggiatura)
Data e luogo di nascita: , Bagheria,
Lajos Koltai (Fotografia)
Sergio Strizzi (Fotografia - altri)
Massimo Quaglia (Montaggio)
Stefano Quaglia (Montaggio - altri)
Mario D'Ambrosio (Montaggio - altri)
Pamela Quaglia (Montaggio - altri)
Ennio Morricone (Musica)
Data e luogo di nascita: sabato 10 novembre 1928, Roma,
Francesco Frigeri (Scenografia)
Giacomo Calò Carducci (Scenografia - altri)
Domenico Sica (Scenografia - altri)
Cristina Esigibili (Scenografia - altri)
Maurizio Millenotti (Costumi)
Data e luogo di nascita: mercoledì 12 giugno 1946, Reggiolo,
Sartoria Tirelli (Costumi)
Alfonsina Lettieri (Costumi - altri)
Sergio Ballo (Costumi - altri)
Alessandro Lai (Costumi - altri)
Renato Agostini (Effetti - altri)
Claudio Savassi (Effetti - altri)
Franco Ragusa (Effetti - altri)
David Bush (Effetti - altri)
Fabrizio Sergenti Castellani (Assistente alla regia)
Davide Cincis (Assistente alla regia)
Inti Carboni (Assistente alla regia)
Denver Beattle (Assistente alla regia)

Critica:
il FARINOTTI 2007
di Pino Farinotti - Edizioni San Paolo
Recensione del film La leggenda del pianista sull'oceano dal Dizionario Farinotti 2007.

La recensione più amata dal pubblico

È disponibile in tutti i negozi di dischi la colonna sonora del film La leggenda del pianista sull'oceano di Giuseppe Tornatore. Su internet il titolo è acquistabile on-line » su IBS.
in TV:
19/01/2009 su Rete4
16/10/2005 su Rete4
03/07/2004 su RaiUno




Paperinik
Inviato il 24/01/2009 12.35.53
 



Novecento
Come fate a scegliere una strada, una casa, una donna, un modo di morire?

Novecento (Tim Roth)
Tutta quella città... non si riusciva a vederne la fine... la fine! Per cortesia, si potrebbe vedere la fine? Era tutto molto bello su quella scaletta, e io ero grande, con quel bel cappotto, facevo il mio figurone. E non avevo dubbi, che sarei sceso, non c'era problema... Non è quello che vidi che mi fermò Max, è quello che non vidi... puoi capirlo? Quello che non vidi... in tutta quella sterminata città c'era tutto tranne la fine... C'era tutto. Ma non c'era una fine. Quello che non vidi è dove finiva tutto quello: la fine del mondo. Tu pensa a un pianoforte. I tasti iniziano? I tasti finiscono! Tu lo sai che sono 88 e su questo nessuno può fregarti. Non sono infiniti loro. Tu sei infinito. E dentro quegli 88 tasti, la musica che puoi fare è infinita. Questo a me piace. In questo posso vivere. Ma se io salgo su quella scaletta e davanti a me si srotola una tastiera di milioni di tasti... Milioni e miliardi di tasti che non finiscono mai... E questa è la verità... che non finiscono mai. Quella tastiera è infinita. Ma se quella tastiera è infinita allora su quella tastiera non c'è musica che puoi suonare. E sei seduto sul seggiolino sbagliato. Quello è il pianoforte su cui suona Dio... Cristo, ma le vedevi le strade?! Anche soltanto le strade, ce n'erano a migliaia! Ma dimmelo: come fate voialtri laggiù a sceglierne una? A scegliere una donna... una casa... una terra che sia la vostra... un paesaggio da guardare... un modo di morire... Tutto quel mondo addosso che nemmeno sai dove finisce e quanto ce n'è! Ma non avete paura voi di finire in mille pezzi solo a pensarla a quella enormità? Solo a pensarla... a viverla! Io ci sono nato su questa nave... e vedi anche qui il mondo passava... ma a non più di 2000 persone per volta. E di desideri ce n'erano! Ma non più di quelli che ci potevano stare su una nave, tra una prua e una poppa. Suonavi la tua felicità su una tastiera che non era infinita... Io ho imparato a vivere in questo modo. La terra, è una nave troppo grande per me... È... è una donna troppo bella... È un viaggio troppo lungo... È un profumo troppo forte... È una musica che non so suonare... Non scenderò dalla nave. Al massimo, posso scendere dalla mia vita.

Novecento
Tu pensa a un pianoforte...
i tasti iniziano, i tasti finiscono...
tu lo sai che sono 88 e su questo nessuno può fregarti...
non sono infiniti loro, sei tu che sei infinto...
e dentro quegli 88 tasti la musica che puoi fare è infinita…

Jelly Roll/ Novecento
Novecento: Lei è quello che ha inventato il jazz, vero?
Jelly: Già. E tu sei quello che suona solo se ha l'Oceano sotto il culo,vero?"
Novecento: Già.


Succedeva sempre che a un certo punto uno alzava la testa... e la vedeva.

Tim Roth
In culo il regolamento!

Tim Roth e Clarence Williams III-Jelly Roll Morton
– Tu sei quello che ha inventato il jazz?
– Così dicono. E tu sei quello che non sa suonare il piano se non ha l'oceano sotto il culo?
– Così dico io!


Novecento
È una donna troppo bella, è un profumo troppo forte.

Max Tooney
La vita non sarà immensa, ma almeno vale la pena di viverla

Novecento
Perché, perché, perché, perché,… quanti perché voi vi chiedete sulla vostra terra, in inverno volete l'estate, in estate volete l'inverno…

Silvi
Inviato il 26/01/2009 21.43.56
 




















"Il violino è la spada con cui conquisteremo il mondo"

Ho visto di tutto,

tra i musicisti sono troppi quelli che non riescono a trovare un loro punto di equilibrio,
ma tutti,e dico tutti,

hanno un rapporto di protezione, anche di dipendenza, con il loro strumento.
Lo amano, se non suona bene anche loro non stanno bene.
E poi i violinisti sentono il loro strumento

come qualcosa da cui non ci si può separare.

E' un'energia, un amante...

Roberto Cotroneo


La trama



Chi è quel violinista che esce dalle ombre della notte in una magica Praga e incontra una giovane donna, Costanza, che ha negli occhi "la memoria del mondo"?
E di chi è quella musica che in un locale famoso il violinista suona per lei, restituendo l'infanzia perduta?


E' lei la bambina che corre nel buio di un corridoio verso la luce accompagnata dalle note di quella musica?


E' un "canone inverso" quella musica capace di risvegliare la memoria?


Sul greto della Moldavia, in questa notte d'agosto del '68, fatidica per la Cecoslovacchia e per il mondo intero, il violinista Jeno Varga, un ragazzo cecoslovacco appassionato di violino, ripercorre la sua vita, da quando fin da bambino suonava senza conoscere la musica, fino all'ultimo concerto di Praga dove il suo destino si lega a quello di Sophie, una famosa pianista ebrea.



Grazie all’aiuto della ragazza riesce ad entrare in un collegio musicale, ma tra un problema disciplinare ed uno scherzo con un buon amico David, si intravede l’ombra del nazismo.




L'inizio

Il film comincia al giorno d’oggi,

poi una ragazza racconta un avvenimento capitatole nel 1968

ed un altro personaggio, nel 1968, inizia a raccontare la proprio storia,

focalizzando il racconto negli anni ‘30



Titolo: Canone Inverso - Making Love
Regia: Ricky Tognazzi
Sceneggiatura: Ricky Tognazzi, Simona Izzo, Graziano Diana
Fotografia: Fabio Cianchetti
Interpreti: Hans Matheson, Mélanie Thierry, Lee Williams, Gabriel Byrne, Peter Vaughn, Adriano Pappalardo, Andy Luotto, Dominiziana Giordano, Nia Roberts, Mattia Sbragia, Ricky Tognazzi, Andrea Prodan, Rachel Shelley, Douglas A. Harrison, Gregory Harrison
Nazionalità: Italia, 2000
Durata: 1h. 57'




La colonna sonora °Canone inverso° è © di Ennio Morricone

-

Molto piacevole ,con musiche bellissime ..Da vedere




[Modificato dal moderatore il 26/01/2009 alle 21.44.51]

1  2  4  5 


 



Tutti i diritti sul sito, sui servizi e sui software di questo sito sono di proprieta' di SOSTANZA® Web Services & Intranet Tools.
E' vietata la riproduzione, la duplicazione, il reverse engineering e l'uso di chat-client non autorizzati. privacy e cookie policy






Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social e per analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Ulteriori dettagli    CONSENTI